L’otite media acuta è un’ infezione della mucosa dell’orecchio medio, frequente tra i 6 mesi ed i 3 anni di vita, per lo più legata ad una infezione respiratoria virale. I principali germi patogeni sono l’Hemophilus Influentiae, lo Streptococco Pneumoniae e la Moraxella Catarrhalis. Anomalie degli scambi gassosi a livello della mucosa dell’orecchio medio, e secondariamente, la disfunzione tubarica (tuba più corta, più orizzontale e più beante nell’infanzia) e l’immaturità del sistema immunitario, giocano un ruolo patogenetico fondamentale.
Tra i  fattori predisponenti sono da ricordare le scarse condizioni socio-economiche, il fumo passivo, l’ipertrofia adenoidea, dismorfismi cranio-facciali ed il reflusso gastro-esofageo.
I sintomi principali sono rappresentati da dolore intenso (otalgia) – che recede in caso di perforazione timpanica -, febbre elevata e malessere generale.
La diagnosi si avvale dell’esplorazione diretta (otoscopia) che permette di visualizzare le caratteristiche variazioni a carico della membrana timpanica: perdita di trasparenza, arrossamento localizzato o diffuso, eventuale estroflessione, eventuale perforazione con secrezione torbida (mucosa o mucopurulenta) od emorragica (più rara).

image

Un trattamento antibiotico per via generale, coadiuvato eventualmente da antidolorifici, permette di risolvere nell’arco di una settimana la sintomatologia. E’ necessario un controllo specialistico per la verifica della guarigione e dell’assenza di esiti patologici.