Infezione (dermo-epidermite) della pelle che riveste il condotto uditivo esterno, meno frequentemente il padiglione auricolare, di natura batterica o micotica. E’ favorita da un condotto uditivo stretto, abitudini igieniche improprie (cotton-fioc), uso di protesi acustica, contatto e ristagno di acqua (specie se non pulita) ed assenza di cerume.

otite esterna acuta1

E’ caratterizzata da dolore violento, spesso insopportabile, che può irradiarsi alla regione temporale ed alla mandibola, ed è acuìto dalla palpazione o dal semplice sfioramento dell’orecchio.
L’ispezione interna (otoscopia) può spesso essere impraticabile per il dolore ed il quadro si desume per la presenza di un condotto completamente chiuso e per la presenza di secrezione purulenta.
Il trattamento è diversificato in base alla gravità del quadro e può prevedere l’uso di antibiotici per via generale (se coesiste stato febbrile), gocce antibiotiche locali, meglio se precedute dall’inserimento di tamponcini (ear wick) all’interno del condotto uditivo.