Malattia di Meniére

   E’ una labirintopatia da cause sconosciute, a meno che non esistano patologie che possono generare accumulo di liquido endolinfatico (idrope) quali distiroidismi, diabete, allergie alimentari, sifilide o traumi cranici pregressi. Alle volte è presente una malattia su base immunitaria.

                            image

Sezione istologica di coclea umana in paziente affetto da idrope endolinfatica.

La sintomatologia è caratterizzata da crisi vertiginose violente, della durata di 20 minuti od alcune ore, a carattere rotatorio, spesso associate a nausea, sudorazione o vomito, con acufeni, ipoacusia ed ovattamento.

La diagnosi si basa sul dato anamnestico, sul rilievo di forme particolari di perdita uditiva (fluttuante inizialmente) e puo essere avvalorata da test specifici quali l’elettrococleografia ed il test al glicerolo.

image

Il trattamento della fase acuta è affidato a farmaci sedativi centrali ed antiemetici.

Il trattamento del periodo intercritico (vero trattamento della malattia) è inizialmente medico (diuretici, dieta iposodica) e, nel caso di fallimento, prevede nel protocollo nell’ordine:

  • terapia pressoria locale con Meniett

image

 

 

  • trattamento chirurgico con:
    • drenaggio o ablazione del sacco endolinfatico
    • neurectomia vestibolare