Consiste nella sezione del nervo dell’equilibrio (nervo vestibolare), ed è considerata il trattamento di elezione per i casi più gravi di malattia di Menière.

Può essere effettuata per via retrosigmoidea, retrolabirintica, della fossa cranica media e translabirintica, quest’ultima quando l’udito del paziente è già marcatamente compromesso.