Si tratta di un trattamento pressorio locale, effettuato mediante un dispositivo portatile, per alleviare, nel paziente menierico, la sintomatologia vertiginosa acuta e recidivante.

Il protocollo prevede:

1. Posizionamento di tubicino di ventilazione
2. Trattamento per la durata di 1 mese, con 3 applicazioni quotidiane
3. Valutazione e controllo mediante questionario.

Un recente studio ne ha valutato l’efficacia nel 65% dei pazienti indirizzati alla neurectomia vestibolare per crisi vertiginose subentranti e debilitanti.

Ad oggi, questo trattamento rappresenta l’unica terapia conservativa, perché scevra da complicanze, opzionabile prima di un intervento chirurgico.

image